Viva L’autonomia personale…

Si parla un sacco di quello che serve per trovare lavoro e delle caratteristiche che hanno in comune le persone che probabilmente hanno un lavoro. sappiamo che  i giovani hanno maggiori probabilità di trovare lavoro; sappiamo che chi ha un titolo di studio superiore ha maggiori probabilità di trovare lavoro; sappiamo anche che chi ha fatto un lavoro prima, ha maggiori probabilità di rifarlo dopo e sappiamo pure che chi nasce a Milano ha maggiori opportunità di chi nasce a Palermo. Queste cose le sappiamo e so pure che ci sono le eccezioni, quindi non dirmi: “ah ma mio cugino è stato raccomandato, serve solo la raccomandazione, perché tanto lavoro non ce n’è”. Queste cose lo so. Ma non si ragiona sulle eccezioni. Le eccezioni sono solo rassicuranti. E bello credere che lo Zio di mio nonno ha fumato fino a 90 anni per continuare a fumare. La verità è che se fumiamo moriamo.

Stavolta però vorrei parlare di alcune cose fondamentali ma che non si vedono. La cosa assurda è che queste cose modificano drasticamente la possibilità ti trovare lavoro ma siccome non si vedono le persone pensano che non esistono. Sono talmente invisibili che sono pure poco approfondite e poco valutate, però hanno un effetto devastate: come le bombe biochimiche.

Ti va se parliamo dell’Autonomia?

Cos’è l’autonomia personale in Psicologia?

Tu, te le sai allacciare le scarpe? Certe che te le sai allacciare a meno che non hai altri tipi di problemi che compromettono seriamente la tua autonomia.

A grandi linee se hai i piedi che funzionano, se hai le mani che funzionano e se hai un cervello capace di coordinare i movimenti dei piedi e delle mani, sai allacciarti le scarpe da solo. Magari ricordi pure la prima volta che l’hai fatto. Lo ricordi perché è stato un passaggio fondamentale della tua vita da pischello, pischella a ometto o signorina e ti sei beccato pure i complimenti della tua famiglia quando sei riuscito a farlo da solo o da sola.

Si parla tanto di competenze. È vero. Le nostre competenze sono fondamentali per trovare lavoro, tenercelo e farci pagare. Ah, non fare polemiche. Lo so cosa stai pensando. Non è il momento.

Rimani concentrato. Le competenze sono fondamentali. Dopo guardati il video sulle competenze.

Saper fare una cosa cosa, mettendo insieme cose, per raggiungere un risultato specifico in un posto specifico è quello che ormai chiamiamo competenza.

Ma perché alcune persone particolarmente competenti non trovano  lavoro? Te lo dico io.

Nella maggior parte dei casi non sono autonome.

Se la competenza serve a farci fare le cose BENE…

l’autonomia serve a farci fare le cose e basta.

Te la ricordi la cosa delle scarpe?

L’autonomia è la capacità di soddisfare i propri bisogni e i propri desideri senza il supporto di altri.

Ad esempio chi vuole l’autonomia Siciliana crede che i Siciliani possano sfondare senza il supporto di altre popolazioni perché in Sicilia abbiamo tutto quello che ci serve: arance, sole, mare, cuore e amore.

Essere autonomi significa essere capaci di svolgere da soli le proprie funzioni al meglio per raggiungere sempre da soli la migliore condizione possibile.

Secondo te è mai possibile essere autonomi al cento per cento? Certo che no. La nostra specie è una specie sociale. Non siamo serpenti. Siamo persone. È comunque anche vero che un certo livello di autonomia dovremmo averlo tutti perché più autonomia abbiamo più sarà migliore la qualità della nostra vita. Considera che l’assenza totale o quasi di autonomia ci fa essere dipendenti dagli altri.

L’autonomia influisce sulla possibilità di trovare lavoro, il lavoro ci fa essere meno dipendenti da chi ci circonda e di conseguenza ancora più autonomi: è tutto un circolo. Per essere autonomi dobbiamo avere un lavoro ma per avere un lavoro dobbiamo essere autonomi. Bella fregatura.

Come quando Fini diceva che per avere il permesso di soggiorno dovevi avere un lavoro ma per avere un lavoro dovevi avere il permesso di soggiorno.

Quindi una persona autonoma ma senza competenze non avrà mai un lavoro ma anche una persona competente ma non autonoma non avrà mai un lavoro.

La nostra autonomia si esprime in un sacco di comportamenti. Diamo per scontata l’autonomia primaria che è la capacità di prenderci cura di noi: tipo lavarci, vestirci e nutrirci ma perché non si parla abbastanza di altre forme di autonomia?

Perché non si parla abbastanza che non saper muoversi per la città, per lo stato o per il mondo e un problema di autonomia? Perché non si parla abbastanza che non sapersi candidare ad un’opportunità lavorativa è un problema di autonomia? Perché non si parla abbastanza del fatto che andare in un ufficio qualsiasi e ottenere informazioni chiare è un problema di autonomia?

Quando lavoravo con gli Africani, quello che provavo a fare era di far passare il concetto che vivere in Africa è più facile di vivere in Europa. Lo so. Era una piccola provocazione ma mi serviva per un motivo.

Se nasci in Africa, ragionevolmente sei considerato adulto molto presto. In molti villaggi sei probabilmente considerato autonomo quando riesci a procurarti da solo acqua e cibo. Sei autonomo appena sei capace di capire come riandarti a coricare senza morire e magari hai appena 12 anni.

In Europa è diverso. In Europa per essere un europeo adeguatamente integrato in questa società servono ormai almeno 20 anni. Servono 20 anni per completare gli studi, avere una consapevolezza decente del contesto che abiteremo e di come funzionano le cose per cominciare a programmare e organizzare un attimo la nostra vita.

E dicendo 20 anni sono stato buono perché forse ne servono 30. Vabbè, facciamo 25.

Sei d’accordo?

Ora, lo sai qual è la fregatura più assurda.

La fregatura più assurda è che la nostra autonomia si lega molto non solo con le nostre competenze ma anche con il nostro equilibrio emotivo.

Disturbi d’ansia e disturbi dell’umore, cioè attacchi di panico e depressione, dipendono anche dall’autonomia personale.

Immagina che vengo da te e di dico, devi andare a fare un colloquio là, ma tu, là non sai manco come arrivarci perché non hai la macchina e manco sai dove si prende l’autobus. Che ti viene? L’ansia.

Oppure perdi un colloquio perché ti hanno detto che il curriculum che dovevi inviare non è mai arrivato perché hai sbagliato l’email. Come ti senti? Triste. Molto triste.

Ci siamo capiti? La capacità di fare cose in autonomia regola pertanto le nostre paure e il nostro umore.

Non si scappa.

Come si fa? Poco alla volta. Intanto comincia a pensare che se ti va davvero, le cose si imparano con gli altri e dopo che le abbiamo imparate le facciamo da soli.


Comments

commenti