Gentili Tutti,

ben arrivati su questa pagina.

È da un po’ che noto la cosa che sto per raccontare e stavolta ho deciso di fare un po’ di chiarezza.

Ormai non è raro che le persone cerchino uno psicologo su internet e di conseguenza sono emersi dei portali specifici di intermediazione nella ricerca.

Mi dispiace però notare il modo in cui queste piattaforme diffondono la loro iniziativa ed il modo discutibile con il quale viene incoraggiato l’utente a cliccare sulla loro pagina: i migliori psicologi a Palermo; i 10 psicologi più bravi a Palermo, ecc… ecc…

Psicologo certificato da XXX, ma chi è XXX con quale autorità rilascia certificazioni? Cosa certifica esattamente il sito? Mi viene da ridere.

Non è difficile verificare questa cosa, basta scrivere: psicologo palermo.

Adesso mi dispiacerebbe offendere qualcuno: non è assolutamente nelle mie intenzioni. Approfondendo, molte delle persone segnalate le conosco e riconosco la loro competenza.

Il problema è che non è possibile stilare generiche classifiche circa le competenze professionali aspecifiche.

Per essere più precisi: “i migliori psicologi a palermo non significa niente”. Migliori in cosa? Più bravi perché?

Quali sono gli indicatori di valutazione considerati?

Personalmente posso trattare abbastanza bene i disturbi d’ansia ma non saprei minimamente da dove cominciare se dovessi confrontarmi sui disturbi specifici dell’apprendimento.

Considerando che non sono iscritto a nessuno dei portali, in che modo potrei far parte delle loro classifiche? Di fatto dovrei iscrivermi e usufruire di una formula economica proposta.

Ed inoltre, ipotizziamo che mi iscriva ad una o più piattaforme:

come farei ad evitare di essere inserito in una millantata classifica considerando che mi dispiacerebbe essere contattato perché il cliente ha letto che sono genericamente bravo e poi dovrei dirgli: “mi dispiace ma per la sua problematica specifica non ho sinceramente nessuna esperienza”.

Comments

commenti