Cos’è la vergogna e perché ci vergogniamo.

Cos’è la vergogna? Perché le persone si vergognano? Quando diventa ansia Sociale?

La vergogna è un’emozione e come ogni emozione ha permesso all’umanità di diventare quella che è. Senza la vergogna vivremmo, come specie e come società, un mondo sicuramente peggiore.

Finalità della vergogna, potrebbe essere considerata quella di farci integrare socialmente, o meglio, di non farci escludere.

Come ogni altra emozione si esprime in diverse gradualità. Può andare dal leggero imbarazzo all’ ansia sociale paralizzante più estrema.

Ma esattamente cos’é la vergogna? La vergogna è semplice. Si può tradurre come la paura di essere disapprovati.

Per questo motivo è un’emozione sociale. Nessuno si vergogna quando è solo.

Ad esempio, se ti stai facendo addosso e sei in un bosco da solo, sono sicuro che non avresti particolari difficoltà a farla dietro un albero. Ma se nei paraggi ci sono altre persone che non conosci, dubito che faresti altrettanto.

Pensieri tipici di chi si vergogna potrebbero essere sintetizzabili in: “ e se mi scoprono? E se sbaglio? E se, se ne accorgono?”. La conseguenza è che pensiamo: “meglio che non lo faccio” oppure “vorrei scomparire”. A questo punto i comportamenti non vengono agiti per evitare la spiacevole sensazione di vergognarsi.

Essendo un’emozione prettamente sociale e correlata all’autostima, l’eventuale vergogna non riguarda solo noi stessi, ma tutto ciò che reputiamo noi stessi, cioè i nostri gruppi di appartenenza. Il nostro essere palermitani e siciliani, la nostra famiglia, i nostri amici, ecc…

Ogni relazione significativa in poche parole accresce o il nostro orgoglio o la nostra vergogna.

Ad esempio è frequente a Palermo essere orgogliosi del proprio essere Palermitano, soprattutto quando si gira il mondo.

Allo stesso modo è molto più difficile dire: “mio figlio è Gay”.

Quello che paralizza non sono le reali conseguenze ma i giudizi altrui percepiti come catastrofici.

So anche che la vergogna fuori controllo genera ansia sociale.

Le persone limitano progressivamente i propri comportamenti fino al rischio di rimanere isolati in casa. Questo può avvenire per vari motivi. Dal temere di essere interrogati da adolescenti per l’eventuale malafiura e per questo magari non andare più a scuola al non andare a fare la spesa perché siamo grassi e le persone ci guardano.

La vergogna non è giusta o sbagliata in sé. Certe volte è utile, funziona e ci migliora la vita. Certe volte inutile e ci peggiora la vita.

 

Comments

commenti