Cosa siamo nel nostro lavoro? Cosa facciamo nel nostro lavoro?

Qual è il nostro livello di competenza?

Eccomi,

finalmente possiamo dare un senso ai video che ho fatto finora. Se non sai di cosa parlo, qui trovi la playlist. In poche parole, ogni tanto qualcuno mi dice: “anch’io sono un po’ psicologo…” . E mi sono inventato una serie che trovi qui . 

Certe volte pensiamo di saper fare cose solo perché abbiamo una qualche familiarità con la competenza in questione e magari pensiamo di poter fare quella cosa lì.

Per questo ho pensato la serie anche io sono un po’… la trovi anche nella sezione video del sito qui.

Ogni lavoro è l’espressione di competenze specifiche e ogni competenza si esprime con dei comportamenti che chiamiamo prestazione.

Tutto questo è argomento della psicologia del lavoro.

Cos’è una competenza l’approfondiremo successivamente, stavolta mi piacerebbe parlare invece dei livelli di competenza.

Tutti noi usiamo regolarmente delle parole senza chiederci cosa significano esattamente.

Ad esempio ogni lavoro può essere fatto a livello operativo, tecnico e professionale.

Praticamente possiamo essere: operatori, tecnici e professionisti.

Adesso lasciamo stare un attimo le personalissime considerazioni determinate dalla nostra esperienza e limitiamoci a capire.

Funziona così:

Un operatore ha un livello di competenza basso.

Ad un operatore si richiede teoricamente la capacità di eseguire semplici istruzioni. L’operatore deve fare una cosa esattamente come gli viene detto:

Ad esempio, l’operatore call center o l’operatore mc donald.

  • “in che modo posso aiutarla?”;
  • Da Mc Donald devono addirittura sorridere per istruzione.

Di conseguenza all’operatore non viene richiesta la capacità di decidere e le responsabilità che gli si attribuiscono sono molto basse.

Ad un livello di competenza medio troviamo i tecnici.

I tecnici conoscono alcuni modelli di applicazione specifici del loro settore e sulla base del lavoro che devono fare e del problema riscontrato e dei modelli che conoscono, capiscono quale modello applicare e lo applicano.  Ad esempio, ragionieri, elettricisti e geometri sono tecnici.

Ai tecnici, vengono quindi attribuite limitate capacità decisionali e di conseguenza gli si riconoscono delle responsabilità.

Al livello di competenza più alto troviamo invece i professionisti.

I professionisti non solo conoscono i modelli maggiormente applicati e validi ma sono capaci di innovare i modelli esistenti e se necessario sono capaci di inventarne di nuovi.

L’autorizzazione a decidere per loro e massima ma sono altrettanto alte le responsabilità che gli si attribuiscono. Mi vengono in mente, ingegneri e medici.

Gli albi professionali esistono proprio per questo motivo. In modo che i professionisti possano essere in qualche modo certificati per tutelare l’interesse collettivo.

Adesso sappiamo benissimo che ci sono persone poco scolarizzate che ragionano e lavorano come professionisti e laureati che professionisti non lo saranno mai perché lavorano come operatori limitandosi ad eseguire passivamente ordini.

A grandi linee però lo studio permette di approfondire e innalzare un determinato ambito di competenza specifico.

Nella maggior parte degli ambiti lavorativi non abbiamo però nessuna competenza specifica. Può capitare però che il solo fatto di avere familiarità con quella cosa li ci fa sentire un po’… competenti dove al massimo possiamo essere clienti o utenti. La differenza sta che il cliente sceglie quello che desidera, l’utente usufruisce di qualcosa che è già stata pensata per lui senza poter decidere se gli piace o no.

Dal momento in cui la psicologia studia i comportamenti delle persone, e tutti noi siamo persone pensiamo di essere un po’ psicologi perché attribuiamo ai comportamenti degli altri le nostre esperienze, le nostre emozioni e le nostre ragioni. Trascurando tutto ciò che le sperimentazioni scientifiche hanno provato o sconfermato.

Ricorda quindi: quando fai riferimento agli operatori, ai tecnici e ai professionisti stai parlando del loro livello di competenza.

Se hai trovato utile questo contributo mi piacerebbe che tu seguissi la mia pagina facebook o che ti iscrivessi al mio canale youtube. GRAZIE

 

Comments

commenti