STAI ATTENTO AI TUBI NEL CULO

Oggi ho letto sul giornale che 34 comuni della Sicilia si stanno preparando alle elezioni comunali che si terranno il 28 aprile.
Io abito a Monreale e anche qui dovrò scegliere il mio futuro sindaco.
Tra le tante cose che mi passano per il cervello, ve ne vorrei raccontare una.
La campagna elettorale esplicita non è ancora decollata, ma ce n’è una implicita, non dichiarata.
Sempre sul giornale ho letto che dalle mie parti si sta intervenendo nel riparare alcune buche per le strade.
Quando ho letto sta cosa, in mente mi è venuto subito un esperimento di Kahneman.

Kahneman è uno psicologo ma ha vinto il premio nobel per l’economia nel 2002.

L’ha vinto per i suoi esperimenti con i quali comprendeva e ci faceva comprendere il modo col quale le persone prendono decisioni.
Tutti noi siamo portati a credere che ragioniamo. Kahneman dimostrò scientificamente proprio il contrario.
Per capirci. Adesso molti di noi, in Sicilia dovranno scegliere il nuovo sindaco, con Kahneman i consulenti politici hanno compreso che le elezioni non si vincono parlando alla testa con fatti e numeri ma alla pancia e alle sue percezioni. Sempre per questo motivo ad esempio la pubblicità della golf non dice quanto consuma ma che bel rumore che fa lo sportello.
L’esperimento di cui volevo parlarvi è questo.

Due gruppi di persone dovevano sottoporsi ad una colonscopia.

Per chi non lo sapesse, la colonscopia è un esame medico che permette di osservare l’intestino introducendo letteralmente un tubo nel culo.

Come in ogni esperimento le persone si dividono in due gruppi.
Col primo gruppo di persone si è proceduto da prassi:

  1. tubo dentro;
  2. osservazione muovendo il tubo;
  3. tubo fuori.

Col secondo gruppo si è proceduto invece così:

  1. tubo dentro;
  2. osservazione muovendo il tubo;
  3. pausa di qualche minuto;
  4. tubo fuori.

Successivamente è stato chiesto ai due gruppi: “quanto è stato doloroso?”, la cosa assurda è che il secondo gruppo ricordava l’esame come meno doloroso e meno invasivo.

Come è possibile? Il secondo gruppo di fatto aveva tenuto il tubo dentro per più tempo.

La risposta era chiara a tutti. Durante la pausa non si provava dolore e le persone tendono a ricordare le esperienze prevalentemente non per l’esperienza in sé ma rifacendosi alla fine dell’esperienza.
Questo è tecnicamente il motivo per il quale i sindaci a fine mandato si danno parecchio da fare e magari vengono rieletti.
Non posso dimenticare quando anche vicino casa mia, a Palermo, è stata ripulita una strada dopo 4 anni, in prossimità delle ultime amministrative che hanno rieletto Orlando.
Sempre per lo stesso esperimento i due gruppi sono stati ricontattati dopo circa un mese. Non ricordo bene dopo quanto. Alle persone coinvolte veniva comunicato che l’esame doveva essere ripetuto perché alcune cose non erano chiare. Secondo voi chi si è ri-accollato il tutto? Ve lo dico io, la maggior parte delle persone del secondo gruppo si e la maggior parte delle persone del primo gruppo no.
Perché voglio raccontare sta storia?
Non lo so. Mi è venuta in mente e l’ho scritta. Ognuno ci potrà leggere quello che preferisce.

Comments

comments